fbpx

Il 26 settembre è stata proclamata la Giornata europea delle lingue dal Consiglio d’Europa, con il patrocinio dell’Unione europea, il 6 dicembre del 2001, alla fine dell’anno europeo delle lingue, il 2001.

Qual è l’obiettivo della Giornata europea delle lingue? In questo articolo risponderò a questa domanda, ma prima vediamo qualche dato sulle lingue del nostro Continente.

Le lingue in Europa

In Europa si contano 24 lingue ufficiali:

  • bulgaro
  • ceco
  • croato
  • danese
  • estone
  • finlandese
  • francese
  • greco
  • inglese
  • irlandese
  • italiano
  • lettone
  • lituano
  • maltese
  • olandese
  • polacco
  • portoghese
  • rumeno
  • slovacco
  • sloveno
  • spagnolo
  • svedese
  • tedesco
  • ungherese
26 settembre

Tra queste lingue, 8 sono le più utilizzate:

  • tedesco
  • francese
  • inglese
  • italiano
  • spagnolo
  • polacco
  • rumeno
  • olandese

Inoltre in Europa si contano oltre 60 lingue regionali o minoritarie, parlate da circa 40 milioni di persone.

In base alla Carta europea delle lingue regionali o minoritarie (European Charter for Regional or Minority Languages, o ECRML): «Con “lingue regionali o minoritarie” si intendono le lingue usate tradizionalmente sul territorio di uno Stato dai cittadini di detto Stato che formano un gruppo numericamente inferiore al resto della popolazione dello Stato e diverse dalla lingua ufficiale di detto Stato.»

Tra queste lingue regionali o minoritarie spiccano: il gaelico scozzese, il sardo, il corso, il catalano, il basco, il frisone, le lingue sami, il gallese e lo yiddish.

Allo scopo di studiare e tutelare il patrimonio culturale delle lingue regionali e minoritarie, l’Unione europea ha istituito Mercator, una rete di raccolta, analisi e studio di queste lingue.

Scopo della Giornata europea delle lingue

Lo scopo generale della Giornata europea delle lingue lo possiamo riassumere in 4 punti principali:

  • Celebrare la diversità linguistica in Europa, il plurilinguismo dei suoi cittadini e l’apprendimento delle lingue lungo tutto l’arco della vita
  • Migliorare la consapevolezza del patrimonio linguistico europeo. Così da promuoverne la ricca diversità incoraggiando l’apertura alle diverse lingue e culture
  • Motivare i cittadini europei a sviluppare il plurilinguismo (la capacità di utilizzare lingue diverse, a qualsiasi livello) per raggiungere un livello di competenza in un certo numero di lingue, comprese quelle meno diffuse o insegnate
  • Incoraggiare e sostenere l’apprendimento permanente delle lingue per lo sviluppo personale

Concludendo

In occasione della Giornata, una serie di eventi vengono organizzati in tutta Europa, eventi per bambini, programmi radio e televisivi, conferenze.

Per saperne di più clicca qua.

Stay Tuned!

Ti è piaciuto? Condividilo 🙂

Quest’articolo ti è stato utile? Ti ha dato buoni consigli? Allora un buon modo per farcelo sapere è condividerlo sui tuoi social preferiti. Magari tagga HS School, così passiamo a salutare. Fallo ora. 🙂

Vuoi rimanere aggiornato? 🙂

Keep in Touch!!! 🙂

WhatsApp WhatsApp us